Attacchi di panico: un problema comune

Molte persone soffrono di attacchi di panico, un problema che oggi è sempre più diffuso. Anche se non è facile risolverli senza l'aiuto di uno psicoterapeuta, di una persona capace di affrontare il tema con gli strumenti essenziali. Ma cerchiamo di approfondire l'argomento, facciamoci qualche domanda.

Cosa sono gli attacchi di panico?

Attacchi di panicoGli attacchi di panico - anche conosciuti come disturbi da panico - vengono classificati come disturbi d'ansia e si manifestano in età adulta o nella tarda adolescenza. Però non sempre questo problema viene considerato tale, così il panico viene considerato come un fenomeno passeggero. O di poco conto. In ogni caso qualcosa che non prevede il contributo di uno psicologo.

L'attacco di panico viene descritto come un'esperienza terribile da chi li subisce. Al punto che si innesca un meccanismo simile alla paura della paura e il pensiero stesso di subire l'ennesimo attacco di panico inibisce la persona. E frena la sua esperienza di vita. Le cause di questi disturbi non sono completamente noti, ma sono chiari gli effetti: si passa dallo stato di agitazione con sudorazione e battito cardiaco accelerato fino alla paura e in qualche caso il terrore.

I sintomi degli attacchi di panico

I sintomi degli attacchi di panico sono immediatamente riconoscibili da chi ne è affetto, e ovviamente rappresentano un’esperienza drammatica. Perché coinvolgono aspetti legati al fisico e alla psiche: tra gli esempi più comuni sintomi abbiamo tremori alla braccia e/o alle gambe, sudorazione eccessiva, sensazione di soffocamento e di oppressione (il classico peso al petto), difficoltà respiratorie.

Ci sono anche sintomi più gravi e difficili da ignorare come le palpitazioni, la tachicardia, aumento della pressione sanguigna e, soprattutto, l'aumento della paura di impazzire. E infine di morire. Esatto, la paura di morire contraddistingue molti stati di panico. Ecco come si manifestano queste situazioni, e non è facile conviverci.

Attacchi di panico notturni

Una delle condizioni più difficili da affrontare: gli attacchi di panico notturni. Chi deve affrontare questa difficoltà non riesce ad addormentarsi, o si sveglia all'improvviso con ritmo cardiaco accelerato e una sensazione di terrore difficile da spiegare.

Spesso, infatti, questi disturbi da panico vengono confusi con semplici incubi. In realtà sono delle situazioni da prendere in seria considerazione. Soprattutto perché tutto questo è collegato con la qualità della tua vita. Ecco perché devi risolvere questi problemi, devi trovare un rimedio alle crisi d'ansia.

Cosa fare per risolvere gli attacchi di panico?

Un punto è chiaro: devi trovare un rimedio. I disturbi possono diventare una presenza ingombrante nella propria vita. Per ottenere buoni risultati è importante avere uno psicologo al proprio fianco che sappia individuare la terapia migliore. Può essere necessaria quella individuale, o magari quella di gruppo o familiare. In ogni caso posso aiutarti: contattami per ottenere maggiori informazioni.

Primo Colloquio Gratuito

Richiedi un colloquio informativo gratuito

Nome *
Email *
Telefono *
Richiesta *

Do il consenso al trattamento
dei dati personali (*)